×

Krumiri

Krumiri

Tempo di Lettura : < 1 minuti

 

Krumiri

Elisabetta BerraElisabetta Berra
Tra i biscotti più tipici del Piemonte ci sono senza dubbio i krumiri, originari dell'area di Casale Monferrato. La storia della loro nascita risale alla seconda metà del 1800, in quanto omaggio al Re Vittorio Emanuele II da parte del maestro di pasticceria Domenico Rossi.
La forma dei krumiri ricorda appunto quella dei baffi del Re. La ricetta originale tradizionale li vuole molto burrosi e, soprattutto, golosi. Ecco come preparare i krumiri piemontesi.
Preparazione 2 h
Cottura 20 min
Portata Dolci
Cucina Piemontese
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 350 gr Farina 00
  • 150 gr Zucchero
  • 150 gr Burro
  • 3 Uova
  • 1 bustina di Vanillina

Istruzioni
 

  • Prelevate il burro dal frigo e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente.
  • Mettetelo in una ciotola con lo zucchero e mescolate dando origine a una crema omogenea.
  • Aggiungete un uovo intero e solo i tuorli delle altre due uova.
  • Montate il tutto con una frusta elettrica.
  • Setacciate la farina e addizionatela al composto mescolando con un cucchiaio.
  • Aggiungete ora la vanillina e mescolate al fine di ottenere un impasto compatto e consistente.
  • Trasferite il tutto in frigo per 2 ore.
  • Trascorso il tempo prelevate l'impasto e ricavate i biscotti conferendo loro la forma curva piegandoli con le mani.
  • Incidete la loro superficie creando le caratteristiche righe usando la punta di un coltello.
  • Mettere i krumiri su una teglia foderata da carta forno.
  • Infornate per 20 minuti a 180°.
  • Trascorso il tempo sfornate, fate raffreddare e servite i krumiri.

Note

Buon appetito!
Keyword biscotti tipici piemontesi, casale monferrato, krumiri, Re Vittorio Emanuele II
Condividi con...