Rabatòn dell’alessandrino

Annuncio Sponsorizzato
Tempo di Lettura : 2 minuti

I Rabatòn sono un primo piatto tipico dell’alessandrino in particolare del piccolo paese di Litta Parodi che fa parte dei comuni della valle della Fraschetta, tra Alessandria e Tortona.
Si tratta di una ricetta della trazione di cui esistono molte versioni, dove l’ingrediente principale può variare tra bietole, spinaci ed erbette. Il loro aspetto è simile a degli gnocchi allungati e sottili, infatti il loro nome deriva da “rabatare” che in dialetto piemontese significa “arrotolare” proprio per indicare la modalità con cui vengono realizzati.

Vediamo insieme come preparali!

 

Rabatòn dell'alessandrino

Elisa GarelloElisa
Un primo piatto vegetariano a base di ricotta che viene cotto due volte.
Preparazione 45 min
Cottura 30 min
Portata Portata principale, Primi
Cucina Alessandrina
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 300 gr Ricotta vaccina
  • 500 gr Spinaci
  • 1 Uovo intero
  • 1 Tuorlo
  • 100 gr Parmiggiano reggiano grattuggiato
  • 30 gr Pangrattato
  • 50 gr Farina
  • 5-6 Foglie di salvia
  • 40 gr Burro
  • q.b. Sale, pepe e noce mocata

Istruzioni
 

  • Per preparare i Rabatòn dovete per prima cosa lessare gli spinaci in abbondante acqua salata. Una volta cotti strizzateli molto bene e sminuzzateli accuratamente con un coltello.
  • Poi mettete gli spinaci in una ciotola ampia, quindi unite la ricotta, l’uovo ed il tuorlo, il parmigiano, il pangrattato.
  • Aggiungete anche il sale, il pepe e la noce moscata.
  • Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo e della consistenza giusta per essere lavorato con le mani.
    (Se l’impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungere pan grattato poco alla volta fino ad ottenere la giusta consistenza.)
  • A questo punto, aiutandovi con due cucchiai, formate dei gnocchi di circa 6 cm di lunghezza, con una forma a bastoncino o ovale.
  • Rotolateli delicatamente nella farina quindi appoggiateli su un vassoio precedentemente infarinato.
  • Ripetere l’operazione fino ad esaurimento dell’impasto.
  • Rimettete sul fuoco l'acqua di cottura degli spinaci e quando giunge ad ebollizione, mettete a cuocere i Rabatòn. Quando risalgono a galla, come degli gnocchi tradizionali, scolateli e posizionateli in una pirofila precedentemente imburrata.
  • Condite i Rabatòn mettendo un pezzettino di burro su ognuno. Poi cospargeteli con dell'altro parmigiano e le foglie di salvia.
  • Infine cuoceteli in forno ventilato a 200°C per circa 15 minuti o fino a quando la superficie non sarà gratinata.
  • Servite i Rabatòn dell'alessandrino appena sfornati e ben caldi.
Keyword vegetriano
Elisa Garello
Informazioni su Elisa 49 Articoli
Sono nata a Cuneo nel 1999, attualmente sono una studentessa dell'Università di Torino, ma ho frequentato un istituto alberghiero dove mi sono specializzata nel settore della pasticceria. Amo cucinare sia piatti dolci che salati che vi proporrò su questo sito!